Edizione 2015
sabato 11 aprile 2015
Domattina alle 5,30 scatta l'Adamello Ski Raid

I top atleti della categoria maschile al briefing
I top atleti della categoria maschile al briefing

Domattina alle 5,30 si alzerà il sipario sulla quinta edizione dell’Adamello Ski Raid, spettacolare gara di sci alpinismo che si sviluppa sulla distanza di 43 km con un dislivello positivo di oltre 4000 metri. Una competizione che quest’anno vanta addirittura una triplice validità, ovvero tappa di Coppa del Mondo, prova del circuito delle classiche La Grande Course e atto conclusivo di Coppa delle Dolomiti.
La vigilia della gara è stata caratterizzata come sempre dalle procedure di accreditamento presso il Palazzetto dello sport di Ponte di Legno, concluse con il briefing, che ha avuto il compito di assegnare i pettorali di gara alle coppie che si sfideranno domattina sulle verticalità dell’Adamello e delle sue vette limitrofe. Al leader provvisorio di Coppa del Mondo Robert Antonioli e al suo compagno di avventura Michele Boscacci è stato assegnato il numero 3, ai francesi Xavier Gachet e William Bon Mardion il numero 1, all’altra pattuglia dell’Esercito Matteo Eydallin e Damiano Lenzi il numero 2, quindi agli esperti Manfred Reichegger e Pietro Lanfranchi il 4. Da tenere d’occhio poi la coppia italo spagnola, composta dal fuoriclasse catalano Kilian Jornet Burgada e dal bormino Lorenzo Holzknecht, ai quali è stato assegnato il 10. Il 5 agli svizzeri Marcel e Werner Marti, il 6 ai francesi Didier Blanc e Alexis Sevennec, il 7 agli austriaci Alex Fasser e Johannes Walder, quindi il 9 all’insidiosa pattuglia composta da Martin Anthamatten e Anton Palzer, quindi il 12 ai trentini Ivo Zulian e Thomas Trettel (leader di Coppa delle Dolomiti). Con il numero 20 padre e figlio Nicolini, Franz e Federico.
Le donne, 26 coppie in gara rispetto alle 350 complessive (13 nazioni), affronteranno un tracciato ridotto con partenza da Passo Paradiso alle ore 6,10. Favorita d’obbligo la pattuglia che si è imposta nelle ultime due edizioni, ovvero la spagnola Mireia Mirò e la francese Laetitia Roux, che indosseranno il pettorale numero 501. Con il 502 la francese Axelle Mollaret e la svedese Emelie Forsberg, quindi con il 503 la svizzera Jennifer Fiechter e l’italiana Martina Valmassoi, con il 504 Laura Besseghini e Raffaella Rossi, quindi con il 505 Katia Tomatis ed Elena Nicolini.

Le top atlete della categoria femminile al briefing
Le top atlete della categoria femminile al briefing

La corsa all’accreditamento è invece stata vinta dai due alfieri dell’As Premana, ovvero Mauro Fazzini e Domenico Gianola, che si sono presentati per primi al Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno. Subito dietro ecco la curiosa coppia francese, con tanto di turbante. Si tratta del pettorale numero 193, ovvero i transalpini del team Yogi Tea, composto da Olivier Bagneres e Yvon Scrèmin.
Quanto impiegheranno i migliori a tagliare il traguardo? Due anni fa vinsero i francesi William Bon Mardion e Mathèo Jacquemod con il tempo di 5h16’25, quindi la spagnola Varela Mireia Mirò e la francese Laetitia Roux con 6h32’24”. Considerando che il percorso è più lungo rispetto a quello del 2013, secondo il direttore di gara i primi uomini potrebbero giungere al traguardo di Ponte di Legno verso le 10.30, le prime donne verso le 12.20.

ACCESSO GRATIS PER IL PUBBLICO
Grazie alla sensibilità del Consorzio Pontedilegno Tonale Adamello Ski il Comitato Organizzatore ha studiato delle proposte per chi vorrà seguire la gara in quota. Dalle ore 5 alle ore 8 di domenica 12 aprile è infatti previsto l’acceso gratuito agli impianti dal Passo Tonale al Passo Paradiso, con un tempo di salita stimato in circa 20 minuti. Considerando che il passaggio degli atleti al Passo Presena, è previsto fra le 6.30 e le 7.30 sono stati allestiti tre itinerari diversi.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.