Regolamento 2017

1. INTRODUZIONE
L’Adamello Ski Raid è una gara internazionale di scialpinismo con attrezzatura classica, a squadre composte da due elementi, organizzata dall’Adamello Ski Team con la collaborazione del Consorzio Adamello Ski. Si svolge sotto l’egida della FISI. È inserita nel calendario Grande Course e nel World Ranking ISMF ed è aperta a squadre composte da due atleti/e, anche di diversanazionalità.
La manifestazione avrà luogo Domenica 2 aprile 2017 (eventuale recupero domenica 9 aprile) con partenza, per le categorie maschile e mista da Ponte di Legno, località “Tonalina” e, per la categoria femminile dalla località Passo Paradiso e arrivo a Ponte di Legno. La partenza, in linea, è fissata alle ore 5.30 per le categorie: maschile e mista; alle ore 6.10 per la categoria femminile.

2. REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Il tracciato presenta un dislivello complessivo in salita di 4.200 metri ed una lunghezza di 45 km, si snoda su un percorso di alta montagna e prevede il superamento di difficoltà alpinistiche. A seguito di tali caratteristiche l’iscrizione alla manifestazione presuppone una buona preparazione psicofisica e ottime conoscenze dell’ambiente di alta montagna. Per poter partecipare i concorrenti devono essere nati nell'anno 1996 o negli anni precedenti, essere in regola con le norme del tesseramento FISI o, per i concorrenti stranieri, della Federazione del paese di appartenenza, per l'anno 2016/2017 ed essere in possesso del certificato di idoneità alla pratica dell'attività agonistica, rilasciato dal medico di medicina sportiva e valido alla data della gara.

3. ISCRIZIONI

Vai alla pagina dedicata.

Rinvio - Nel caso in cui il 2 aprile 2017 le avverse condizioni meteorologiche dovessero impedire il regolare svolgimento della manifestazione, la gara potrà essere programmata il 9 aprile 2017.

Annullamento - Nel caso in cui le avverse condizioni meteorologiche dovessero impedire lo svolgimento della gara sia nel giorno stabilito, sia in quello previsto per il recupero, la gara verrà annullata e le quote di iscrizione NON verranno rimborsate.

4. EQUIPAGGIAMENTO
Ogni atleta è consapevole e direttamente responsabile di tutto il materiale che utilizza durante la gara. Con l'atto dell'iscrizione, l'atleta garantisce l’efficienza tecnica del proprio materiale e la sua conformità al vigente regolamento. Per motivi di sicurezza, ogni singolo atleta deve portare il proprio materiale, eccezion fatta per gli sci e le pelli di foca, che possono essere portati, nei tratti a piedi, dal proprio compagno di squadra; gli sci devono essere fissati nella parte posteriore dello zaino; è vietato il trasporto degli sci nella parte anteriore (davanti) dell’atleta, da spallaccio a spallaccio, o il trasporto senza il fissaggio allo zaino tramite gli appositi laccioli di sicurezza. In caso di rottura dei materiali la sostituzione è consentita in partenza nei primi metri dopo il lancio negli appositi spazi delimitati dall’organizzazione, lungo il percorso esclusivamente nei punti di controllo. L’organizzazione non è tenuta a fornire materiali di ricambio per gli atleti.

I materiali personali e di squadra saranno controllati a termine gara, in apposito parco chiuso predisposto in zona arrivo e, se ritenuto necessario dai giudici, in qualsiasi altra fase di gara a partire dal momento della consegna del pettorale fino a mezz’ora dopo l’arrivo. Durante l’accredito a Ponte di Legno, avverrà il controllo e la punzonatura dei materiali. Per accedere alla zona di partenza è obbligatoria la verifica di funzionamento dell’ARTVA.

Materiale minimo obbligatorio per concorrente:

  • Sci: laminati per almeno il 90% della lunghezza totale. Larghezza minima: 80mm per la parte anteriore, 60mm sotto la scarpa e 70 mm in coda. Altezza minima: 160 cm per gli uomini e 150 cm per le donne. Si considerano l’altezza e la larghezza dichiarate dal fabbricante.
  • Attacchi: del tipo da sci alpinismo, devono dare la possibilità di bloccare lo scarpone posteriormente per la discesa ed avere lo sganciamento frontale e laterale. Possono essere dotati di cinturini di sicurezza a discrezione del concorrente. Non sono ammessi attacchi “misti”, ovvero anteriore e posteriore di marca diversa. Peso minimo dei due sci comprensivi di attacchi: 1500gr per gli uomini e 1400gr per le donne.
  • Bastoncini: da sci alpino o fondo (carbonio o altro materiale) diametro massimo 25 mm ad esclusione dell’imbottitura. Le rondelle metalliche non sono ammesse.
  • 3 pelli di foca: quando non sono applicate agli sci, devono essere riposte nello zaino o nella tuta. Nel rispetto dell’ambiente, è proibito l’uso di accorgimenti quali nastro adesivo o simili per favorirne lo scorrimento.
  • Scarponi: devono coprire interamente le caviglie, avere adeguate caratteristiche di termicità e consentire un rapido e sicuro aggancio dei ramponi. Suola scolpita tipo Vibram o similare, che ricopra il 100% della base della calzatura. La scolpitura deve avere una profondità minima di 4 mm, 1 cm² min per ogni tassello, almeno 8 tasselli sotto il tallone e 15 sotto la parte anteriore e almeno due chiusure indipendenti su scafo e gambaletto. Non sono ammesse nastrature adesive o elastiche ,sono considerate valide chiusure velcro e con stringhe. Peso minimo per ogni paio di scarponi: 1000 gr per gli uomini; 900 gr per le donne.
  • Ramponi: metallici (norma UIAA 153) minimo 10 punte (di cui 2 frontali) lunghezza min 3 cm, senza modifiche, regolati sullo scarpone e dotati di laccioli di sicurezza. In base alle condizioni della montagna, potrebbero essere richiesti ramponi in acciaio.
  • Apparecchio A.R.T.V.A. dotato di tre antenne: sulla frequenza internazionale 457 Khz, deve essere indossato a contatto con il corpo e in nessun caso deve essere visibile.
  • Imbragatura: conforme alla norma UIAA 105.
  • Zaino: con laccioli porta sci ed atto a contenere tutto il materiale. Capacità minima: 20 litri.
  • Indumenti per la parte inferiore del corpo: tre strati. Un intimo, un paio di pantaloni o tuta della misura del concorrente ed un paio di soprapantaloni antivento con imbottitura termica (peso minimo 300 gr).
  • Indumenti per la parte superiore del corpo: tre strati a manica lunga della misura del concorrente. Un intimo, una tuta o un secondo strato a manica lunga ed una giacca antivento con imbottitura termica (sintetico o piuma, peso minimo 400 gr). Uno dei capi indossati (secondo o terzo strato) deve avere il cappuccio.
  • Guanti: devono coprire tutta la mano fino al polso e vanno indossati per tutta la durata della gara.
  • Un paio di moffole di ricambio.
  • Un paio di occhiali da sole filtranti.
  • 2 moschettoni con ghiera a chiusura automatica tipo K (Klettersteige) norma UIAA 121.
  • 1 telo termico di dimensioni minime 1,00 x 1,80 metri.
  • casco conforme alla norma UIAA 106. Deve essere indossato per tutta la durata della gara.
  • Longe certificata per “via ferrata” (norma UIAA 128) con dissipatore.
  • Una pala con dimensioni minime del cucchiaio cm. 20x20 e lunghezza minima con manico inserito di cm. 50, omologata UIAA non modificata. La denominazione “pala da neve” è data dal fabbricante.
  • Una sonda da neve di lunghezza min. 2,40 m, diametro min 10 mm. senza modifiche. La dicitura “sonda da neve” è certificata dal fabbricante.

Materiale minimo obbligatorio per squadra:

  • Corda dinamica (norma UIAA 101) omologata corda singola, diametro min 8,5 mm, lunghezza 20 m. Non sono ammessi elastici a sostegno.
  • Un paio di occhiali da sole di ricambio.
  • 1 kit di pronto soccorso contenente: 1 benda elastica, guanti in lattice, compressa di garza sterile, cerotti, salviette.
  • 1 fischietto.

5. COMPORTAMENTO IN GARA
Il percorso sarà interamente segnalato con apposite paline colorate; tale segnaletica dovrà essere fedelmente seguita. In ogni fase della gara, le squadre dovranno muoversi in maniera autonoma ed autosufficiente, senza aiuto e/o assistenza esterna salvo usufruire dei rifornimenti dell’organizzazione. La distanza massima fra i due componenti non dovrà superare i 20 metri. Le squadre lasceranno il punto di controllo insieme e solo quando i componenti saranno stati registrati dal controllore. I concorrenti dovranno tenere esposto ben visibile il pettorale lungo l'intero tracciato. I cambi di assetto dovranno essere effettuati esclusivamente nelle aree appositamente delimitate, come stabilito dall’organizzazione e dalla Giuria, senza alcun tipo di aiuto esterno. I concorrenti, in caso di bisogno, sono tenuti a prestarsi reciproco aiuto. Qualsiasi concorrente raggiunto deve obbligatoriamente ed immediatamente lasciare il passo al concorrente che lo richiede, ad esclusione dei tratti dove l’organizzazione lo vieta. Le squadre dovranno procedere lungo il tracciato secondo la tecnica di progressione imposta dall’organizzazione e dalla Giuria (pena squalifica). Le squadre fuori tempo massimo o in difficoltà dovranno abbandonare la gara unicamente in corrispondenza di un punto di controllo, ove saranno istruiti sulle modalità di rientro. In caso di incidente dovrà essere allertato il più vicino posto di controllo o il servizio di soccorso. Nei tratti da percorrere con gli sci nello zaino è vietato l’utilizzo del cordino da traino.

6. PENALIZZAZIONI O SQUALIFICHE

Sono previste nei seguenti casi:

  • Sci o scarponi o casco o ARTVA mancanti = squalifica.
  • Mancato transito a un punto di controllo = squalifica.
  • Qualsiasi azione ritenuta pericolosa, che possa compromettere la sicurezza degli atleti, degli organizzatori o il corretto svolgimento della gara = squalifica.
  • Sostituzione di due bastoncini di cui non è stata accertata la rottura = da 1 min a 5 min.
  • Abbandono di rifiuti o materiali lungo il percorso o procurato danno ambientale = squalifica.
  • Abbandono del percorso di gara = squalifica.
  • Materiale obbligatorio mancante al punto di controllo o al traguardo = da 1 min. a squalifica.
  • Assistenza esterna non autorizzata = da 1 min. a squalifica.
  • Comportamento antisportivo = da 1 min. a squalifica.
  • Cambio d’assetto fuori dalla zona di cambio = da 1 min. a 3 min.
  • Squadra che non transita compatta all’uscita di una zona di cambio d’assetto = da 2 min. a squalifica.
  • Piegatura e taglio del pettorale = 3 min.
  • Insulti e linguaggio antisportivo verso altri atleti o DT = da 5 min. a squalifica.
  • Mancato utilizzo di materiale obbligatorio = da 1 minuto di penalità a squalifica.
  • Mancato rispetto delle regole di sicurezza = squalifica.

Tutte le decisioni saranno prese a discrezione insindacabile della Giuria. Per le scorrettezze che prevedono penalità da 1 min. a squalifica, l’entità della penalizzazione sarà stabilita in base alla gravità della scorrettezza e al contesto di gara in cui è stata commessa. Eventuali reclami dovranno essere sottoposti alla Giuria per iscritto, entro 15 minuti dalla pubblicazione della classifica ufficiale firmata dal DT FISI. Tutti i reclami devono essere accompagnati dalla somma di € 50,00, che non saranno rimborsati in caso lo stesso venisse respinto.

7. DOPING
Saranno effettuati controlli antidoping secondo le modalità previste al punto 1.7 dall’Agenda dello Sciatore FISI 2016-2017 e/o secondo quanto stabilito dall'Ismf.

8. INFORMAZIONI DI DETTAGLIO
È obbligatoria la presenza di almeno un componente di ogni squadra al briefing, che si terrà il giorno precedente la competizione alle ore 18.00 presso il Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno. Il direttore di gara, a seguito di particolari condizioni atmosferiche o di circostanze eccezionali intervenute prima o durante lo svolgimento della gara, può modificare sia il percorso sia i tempi massimi dei cancelli orari o sospendere la prova, considerandola conclusa con l'ordine di arrivo riferito al punto di sospensione.
Sono previsti i seguenti cancelli orari:
- Passo Presena: 2h10' dalla partenza (uomini)
- Passo Lobbia 5h15' (4h35' donne) dalla partenza
- Bivacco Adamello: 7h30' (6h50' donne) dalla partenza

9. ABBANDONO
L’abbandono di un concorrente in difficoltà, spontaneo o su decisione dell’organizzazione, dovrà obbligatoriamente avvenire al più vicino punto di controllo, ove il concorrente sarà affidato al personale di soccorso. Il compagno di squadra dovrà seguire le istruzioni dell’organizzazione.

10. RIMBORSI
Fino al 12 febbraio 2017 saranno trattenuti 60 Euro (40 nel caso in cui non sia previsto il pernottamento).
Dal 13 febbraio al 28 saranno trattenuti 100 Euro (80 nel caso in cui non sia previsto il pernottamento).
Dall'1 al 12 marzo saranno trattenuti 150 Euro (120 nel caso in cui non sia previsto il pernottamento).
Dal 13 marzo in poi in caso di rinuncia non sarà più possibile richiedere alcun rimborso.

11. CLASSIFICHE
Verranno redatte la classifica assoluta e la classifica femminile.

12. MONTEPREMI
Assoluta maschile:
1ª Squadra classificata: € 3.000,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
2ª Squadra classificata: € 2.000,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
3ª Squadra classificata: € 1.500,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
4ª Squadra classificata: € 1.000,00
5ª Squadra classificata: € 500,00
6ª-15ª Squadra classificata: Premio

Assoluta femminile:
1ª Squadra classificata: € 3.000,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
2ª Squadra classificata: € 2.000,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
3ª Squadra classificata: € 1.500,00 + Trofeo Comune di Ponte di Legno
4ª-10ª Squadra classificata: Premio
Premio di partecipazione per tutti i partecipanti (capo tecnico Montura)